Come risparmiare spazio in cucina

La cucina è uno degli ambienti più importanti di una casa.
Un luogo, caldo e confortevole, dove spesso si passa la gran parte del tempo, dove prendono vita piatti deliziosi (soprattutto quando ci sono ospiti) e dove la famiglia si ritrova dopo una lunga giornata di lavoro.

Per sfruttarla al meglio, ogni cucina deve essere studiata nel dettaglio, per garantire praticità e comfort, senza dimenticare l’importanza del design.

Bilanciando funzionalità ed estetica, è possibile valorizzare anche gli ambienti più piccoli.
Come? Basta disporre i mobili in modo strategico, selezionare i giusti accessori, scegliere con cura i colori e i sistemi di illuminazione.

Scopriamo insieme 8 idee e consigli pratici su come risparmiare spazio in cucina, con un occhio di riguardo al budget.

Come risparmiare spazio in cucina: i consigli degli esperti

  1. Utilizza cassetti estraibili
    I cassetti, soprattutto se profondi, rischiano di occupare tanto spazio, senza valorizzarlo in modo adeguato. Per evitare di creare confusione (pensate al cassetto delle posate o del riso e della pasta), gli esperti in progettazione d’interni consigliano l’utilizzo di cassetti estraibili (o a doppia altezza): elementi di arredo in grado di sfruttare al massimo lo spazio, limitando gli spostamenti e permettendo di avere tutto a portata di mano.
    Naturale corollario è l’utilizzo di divisori interni, soprattutto nel caso di posate, spezie o altri elementi in grado di disperdersi facilmente. Gli organizer, utili anche in camera da letto, sono fondamentali per organizzare facilmente e rapidamente anche i cassetti apparentemente irrecuperabili.
  2. Preferisci mobili a incasso e colonne estraibili
    Inserendo elementi living tra base e pensile, anche in ferro battuto in puro stile industrial, si può sfruttare ulteriore spazio in cucina: la superficie da riempire c’è, ma non si vede, e soprattutto non appesantisce il design.
    Accanto ai mobili ad incasso, vi sono le colonne estraibili: soluzione di arredo ad alta capienza, efficienza e funzionalità.
  3. Ospita pratiche mensole sulla parete divisoria
    Perché non sfruttare pareti e muretti che separano la cucina a vista dal soggiorno? Le mensole costituiscono una soluzione perfetta: ti aiutano a recuperare spazio, decorando la casa. Il giusto mix di funzionalità ed estetica, con un solo prodotto (che costa anche poco).
  4. Opta per un piano di lavoro a ribalta
    Uno dei problemi principali delle cucine piccole è la mancanza di spazio per il tavolo, soprattutto se piuttosto ingombrante. Il primo consiglio degli esperti è di scegliere il tavolo con cura, tenendo conto dello spazio all’interno del quale andrà inserito. Se l’ambiente è piccolo, un tavolo tondo sarà sicuramente meno ingombrante di uno rettangolare.
    Una soluzione salvaspazio ideale è l’inserimento di un piano di lavoro a ribalta: una tipologia di arredo in grado di fornire un piano di appoggio extra e, insieme, un tavolo spazioso all’occorrenza. Il piano di lavoro a scomparsa può essere sfruttato al massimo se attrezzato, ovvero se suddiviso in ripiani e cassetti.
    Una soluzione molto simile consiste nella scelta di un blocco isola, che insieme svolge da contenitore, tavolo, piano di lavoro e, perché no, anche scrivania.
  5. Scegli elettrodomestici XS
    Lo sai che esistono elettrodomestici di dimensioni mini o ridotte? Un’ottima strategia per ottimizzare lo spazio in una cucina piccola è scegliere con attenzione gli elettrodomestici, privilegiando quelli effettivamente utili (che altrimenti rischierebbero di occupare spazio inutilmente) e di dimensione contenuta, dal frullatore al forno.
  6. Ottimizza gli spazi di lavoro
    Sembra una banalità, eppure lo spazio va ottimizzato. Se la cucina è piccola, sviluppa mobili e accessori in altezza, piuttosto che in larghezza.
    Fai in modo di avere coltelli, mestoli, presine e spezie a portata di mano. Evita di ingombrare il piano di lavoro con apparecchi che usi poco, privilegia piuttosto gli elementi di uso quotidiano, sfruttando gli angoli e le pareti, con mensole, cestelli, barre magnetiche o altri elementi rimovibili in grado di facilitare la pulizia.
  7. Scegli colori chiari
    La scelta del colore spesso avviene in funzione del materiale (o del gusto personale). Eppure, lo sapevi che i mobili più chiari, come il bianco o il beige, che riflettono la luce, conferiscono luminosità all’ambiente, trasmettendo una sensazione di maggior volume e spazio?
    Se la tua cucina presenta elementi in acciaio o in legno, accompagna i materiali con tinte soft, in grado di non appesantire troppo l’ambiente.
  8. Preferisci fonti di luce diretta
    In mancanza di luce naturale, per illuminare un ambiente piccolo, preferisci luci bianche, fredde, piuttosto che colori caldi come il giallo o l’arancione. Meglio ancora se la fonte di luce è diretta, sotto i mobili più alti della cucina.

Risparmiare spazio in cucina è possibile: basta valorizzare gli spazi e scegliere i giusti elementi di arredo.

Affidati a noi e realizza la tua cucina su misura! Ti affianchiamo dall’ideazione del progetto fino alla scelta dei complementi d’arredo. Scopri subito la nostra collezione.